Table talk

Infatti le cose che un bambino è obbligato a studiare a scuola, e dalle quali dipenderà il suo successo, sono cose che non richiedono l’esercizio né delle più alte né delle più utili facoltà mentali. […] La memoria (e della specie più bassa) è la qualità necessaria perripetere meccanicamente le lezioni di grammatica, di lingue,… Continua a leggere Table talk

Chiudiamo le scuole

Ma cosa hanno mai fatto i ragazzi, gli adolescenti, i giovanotti che dai sei fino ai dieci, ai quindici, ai venti, ai ventiquattro anni chiudete tante ore del giorno nelle vostre bianche galere per far patire il loro corpo e magagnare il loro cervello? […] Non venite fuori colla grossa artiglieria della retorica progressista: le… Continua a leggere Chiudiamo le scuole

Aboliamo la scuola d’obbligo

Si lamenta in Italia la mancanza di una moderna efficienza poliziesca contro la delinquenza. Ciò che io soprattutto lamenterei è la mancanza di una coscienza informata di tutto questo, e la sopravvivenza di una retorica progressista che non ha più nulla a che fare con la realtà. Bisogna oggi essere progressisti in un altro mondo;… Continua a leggere Aboliamo la scuola d’obbligo

Protezione

Marta finì di rassettare la cucina, mise in funzione la lavatrice, poi accese una sigaretta e si stese sulla poltrona, seguendo distrattamente la televisione attraverso la fenditura della visiera. Nella camera accanto Giulio era silenzioso: stava probabilmente studiando, o scrivendo il compito di scuola. Da oltre il corridoio giungevano a intervalli i fragori rassicuranti di… Continua a leggere Protezione

Pubblicato
Etichettato come Letture Taggato

Algocrazia

Negli ultimi anni c’è stata una vera e propria fioritura di algoritmi artificiali. Che ne siamo coscienti o no, la nostra vita (almeno nei paesi ad alto tasso di digitalizzazione) è condizionata e pervasa dagli algoritmi. Gli algoritmi ci propongono quale musica ascoltare (Spotify, YouTube Music, iTunes…), ci suggeriscono quali film vedere (Netflix è certamente… Continua a leggere Algocrazia

La Repubblica di Platone

Ecco, nel 370 Avanti Cristo, mentre Roma barcollava dopo aver subìto 17 anni prima il celebre sacco da parte dei Galli Senoni di Brenno, che cosa scriveva Platone, ne La Repubblica: le dittature hanno due madri. Una è l’oligarchia quando degenera, per le sue lotte interne, in satrapia. L’altra è la democrazia allorché, per sete di… Continua a leggere La Repubblica di Platone

Il Futurismo di Papini

Il Futurismo è guerra contro l’accademia, contro l’università, contro lo scolarismo, contro la cultura ufficiale, è liberazione dello spirito dai vecchi legami, dalle forme troppo usate… è forsennato amore dell’Italia e della grandezza d’Italia… è odio smisurato contro la mediocrità, l’imbecillità, la vigliaccheria, l’amore dello status quo e del quieto vivere, delle transazioni e degli… Continua a leggere Il Futurismo di Papini